Autostima - Centro Ceral

Vai ai contenuti
BASSA AUTOSTIMA vs AUTOSTIMA IPERTROFICA

Con il concetto di AUTOSTIMA si intende:
  • essere intimamente consapevoli del proprio valore;
  • avere fiducia nella propria capacità di svolgere un determinato compito;
  • rispettare sé stessi, i propri bisogni, emozioni, potenzialità.

La valutazione che la persona dà di se stessa si sviluppa in un continuum ai cui estremi opposti si collocano:
 
BASSA AUTOSTIMA e AUTOSTIMA IPERTROFICA:
BASSI LIVELLI DI AUTOSTIMA potrebbero comportare:
  • limitata fiducia in se stesso, negli altri e nel mondo;
  • continua ricerca del consenso altrui;
  • difficoltà a porsi obiettivi realistici e coerenti con i propri desideri;
  • tendenza a dipendere dal giudizio degli altri per definire il proprio valore personale e le proprie capacità;
  • esiguo spirito di iniziativa;
  • timore a rischiare;
  • propensione a reazioni impulsive;
  • difficoltà ad avviare un progetto di vita personale;
  • alta vulnerabilità ai disturbi d’ansia;
  • tendenza alla passività.

La personalità delle persone con bassi livelli di  autostima è spesso problematica a causa dell’indecisione, delle frequenti dipendenze affettive, dell’ insicurezza,
ma anche a causa dei disturbi dell’umore, dell’alimentazione o d’ansia. Sentimenti di insoddisfazione e di frustrazione per la mancata realizzazione  degli obiettivi desiderati, accumulati nel tempo, in un circolo vizioso, alimentano a loro volta la bassa autostima; questa condizione potrebbe condurre la persona a manifestazioni di  impulsività e  di rabbia e allo sviluppo di modalità relazionali aggressive.

AUTOSTIMA IPERTROFICA potrebbe comportare:
  • eccessive manifestazioni di orgoglio;
  • estrema testardaggine e rigidità;
  • eccessivamente sicura di sé e, di conseguenza, poco capace di individuare i propri errori e i possibili comportamenti alternativi;
  • in alcuni casi estremi possono esserci manifestazioni di presunzione, disprezzo, senso di superiorità.
  • Per un meccanismo di “compensazione” talvolta livelli bassi di autostima vengono  celati da comportamenti di tipo  sprezzante, altezzoso, snob e arrogante.

L’intervento di tipo cognitivo comportamentale  consente  di lavorare sull’individuazione e il superamento degli  ostacoli che minano lo sviluppo e il mantenimento di un buon livello di autostima.
Torna ai contenuti | Torna al menu