Il Rilassamento Muscolare Progressivo - Centro Ceral

Vai ai contenuti
IL RILASSAMENTO MUSCOLARE PROGRESSIVO

Quante volte, nella nostra quotidianità, avvertiamo e sperimentiamo sensazioni sgradevoli come tensioni, ansia, agitazione e nervosismo che rendono le nostre giornate e, spesso, anche le nostre notti, inquiete e faticose da affrontare.
Le piccole e grandi preoccupazioni che assorbono le nostre energie minano continuamente il nostro equilibrio e benessere psicofisico; esse innescano nel nostro corpo delle micro e macro tensioni a carico di diversi gruppi muscolari che provocano dolori e sensazioni sgradevoli e fastidiose.
Spesso, nel corso delle nostre giornate, proviamo una vasta gamma di risposte psicofisiologiche che rappresentano una reazione naturale del nostro corpo ad ansia, timori, paure, preoccupazioni che ci investono. Non sempre riusciamo ad essere consapevoli della causa che ne è alla radice, ma riconosciamo e percepiamo con chiarezza gli effetti che si manifestano nel corpo.
Quando una persona è ansiosa, quasi sempre avverte un aumento della tensione al livello della nuca e delle spalle, delle braccia e delle gambe.



La Terapia Cognitivo Comportamentale offre l’opportunità di promuovere il benessere individuale avvalendosi dell’utilizzo di specifiche tecniche di rilassamento, consentendo al paziente di allentare le tensioni accumulate, di ridurre i livelli di attivazione durante la giornata e ripristinare uno stato psicofisico di equilibrio.
Il Rilassamento Muscolare è una tecnica elaborata da Edmund Jacobson negli anni ’30 che, sulla base dei suoi studi sul “sussulto nervoso”, ipotizzò l’esistenza di una relazione tra stimoli emotivi e grado di tensione muscolare. Di comprovata efficacia ed ampiamente utilizzato in ambito clinico è il Rilassamento Muscolare Breve adottato da Joseph Wolpe nel 1950. Questa tecnica risulta particolarmente utile e vantaggiosa in quanto offre strategie rapide ed efficaci, facilmente impiegabili per rispondere alle esigenze dei pazienti che necessitano di un miglioramento della qualità della vita in tempi brevi.



Il Rilassamento Muscolare Progressivo risulta particolarmente utile per chi soffre di Insonnia, dato che induce un riposo muscolare intenso attraverso il quale è molto più facile conciliare il sonno; per chi soffre di Disturbi d’Ansia e negli Attacchi di Panico, ma è anche raccomandato per aiutare a fronteggiare lo stress quotidiano e favorire l’autoregolazione della rabbia e dell’aggressività.
Il primo passo importante da compiere è che si riesca a riconoscere ed individuare lo stato di tensione muscolare. Per raggiungere tale obiettivo il terapeuta guida il paziente nel percepire la differenza tra tensione e rilassamento, attraverso ripetuti esercizi di contrazione volontaria e prolungata dei vari distretti corporei, fino a quando non è in grado di avvertire anche minime contrazioni muscolari. L’essenza della tecnica consiste nel mettere in tensione, secondo tempi predefiniti, alcune parti del corpo e, in seguito, rilassarle.
Il paziente, mediante l’allenamento costante e sistematico, per circa 20 minuti al giorno, potrà divenire molto abile nel riconoscere stati di tensione esperiti nella quotidianità, nei vari momenti e situazioni della sua vita e, raggiunta tale consapevolezza, sarà in grado di rispondere in modo funzionale con un progressivo rilassamento e allentamento dei muscoli corporei.
Il benessere fisico si tradurrà in benessere psicologico, il rilassamento corporeo si tradurrà in rilassamento mentale.
Questa tecnica può essere svolta stando distesi, seduti in poltrona, o anche in piedi; certamente, in particolare all’inizio, sarà utile trovare un luogo confortevole e tranquillo. Molte volte il rilassamento viene associato ad un’altra tecnica molto diffusa e vantaggiosa: la respirazione diaframmatica controllata, da cui molte persone traggono ottimo beneficio.
All’inizio per completare il rilassamento sono necessari 15/20 minuti ma, con la pratica, sarà possibile farlo in 20/30 secondi, in qualunque situazione e postura.
Questa tecnica può essere molto utile per diverse problematiche come:
  • Tensione generale e livello di attivazione molto elevato che amplifica stati somatici spiacevoli (emicrania, dolore cronico, somatizzazioni);
  • Nel trattamento dei Disturbi d’Ansia, Fobie Specifiche, Agorafobia, Disturbi dell’Umore per età adulta ed evolutiva;
  • Nel trattamento dei Disturbi del Sonno;
  • Gestione dello stress (problematiche socio-affettive, relazionali, familiari, lavorative, scolastiche, economiche);

Torna ai contenuti